Investire a Londra: è un buon affare?

Investire nel mercato immobiliare a Londra è un buon affare?

Investire in un immobile a Londra non vuol dire solo cogliere un’opportunità di rendita sicura, ma anche entrare in contatto con un melting pot di culture e con una delle piazze d’affari internazionali più importanti del continente europeo.

Arti, musica e teatro prosperano in ogni angolo della città, dove interi quartieri vengono dedicati alla promozione della cultura proveniente da ogni angolo del mondo. Londra è anche il cuore della finanza internazionale, luogo d’incontro di grande banche d’affari, studi legali e aziende multinazionali che la scelgono come quartier generale.

Con quasi 9 Milioni di abitanti, la capitale del Regno Unito offre un mercato immobiliare fresco, rapido e in grande crescita. Comprare una casa a Londra come investimento significa avere accesso a infinite occasioni con cui cambiare il proprio stile di vita, fare carriera o incontrare nuovi talenti.

Nel corso di questo articolo, vedremo quali sono le opportunità offerte dal mercato immobiliare a Londra, quali sono i quartieri ideali in cui investire e gli step da seguire per l’acquisto di una proprietà.

Veloce e in continua crescita: le possibilità del mercato immobiliare a Londra

Come abbiamo visto nell’articolo di approfondimento sugli investimenti immobiliari all’estero, il Regno Unito è una delle mete più selezionate per l’acquisto di una proprietà. Oltre ai vantaggi del regime di tassazione, il settore immobiliare inglese viene definito un mercato cassaforte grazie alla continua crescita della domanda e alla sua capacità di riprendersi in fretta da momenti di stasi.

La stabilità politica e la regolamentazione del settore immobiliare hanno favorito lo sviluppo di un mercato con un grande turnover. Gli immobili vengono locati in breve tempo e per periodi medio-lunghi (generalmente di un anno) e, quindi, sono una garanzia di un possibile rendimento elevato.

Anche in fase post-Brexit, nel 2020, il mercato immobiliare e i prezzi degli immobili in centro a Londra hanno registrato una moderata ma costante crescita: domanda e offerta sono soggette a continue flessioni, influenzate da fattori culturali e demografici che alimentano l’interesse degli investitori internazionali e, di conseguenza, anche il valore delle proprietà.

Come individuare i quartieri di Londra ideali per un investimento?

Il territorio di Londra copre un’area estesa nel sud dell’Inghilterra e comprende 32 Comuni più l’area dell’antica Città di Londra, chiamata “La City”. Oltre a conoscere il mercato, per investire in immobili a Londra è necessario anche conoscere le zone della città che possono offrire un miglior rendimento, per trarre i maggiori vantaggi dalla messa a reddito del proprio immobile o della propria seconda casa.

Ogni quartiere di Londra ha le proprie caratteristiche: South Kensington, per esempio, è conosciuto come uno dei principali luoghi culturali della metropoli con musei e teatri tutti da visitare mentre Covent Garden è il cuore del divertimento, dello shopping e della musica.

Il valore degli immobili a Londra dipende dalla loro collocazione, dall’accesso ad un’area residenziale sicura con un’ottima qualità del vicinato e dalla vicinanza a servizi essenziali come trasporti e scuole. Alcune zone di Londra, infatti, offrono immobili ad un prezzo elevato perché vengono considerate aree di “Prime Location”: tra queste, ci sono Chelsea, Kensington, Mayfair, Belgravia e Fitzrovia.

Comprare casa a Londra: gli step da seguire secondo Welcome Home

Per chi decide di investire in una proprietà, muoversi all’interno del mercato inglese può non essere sempre semplice. La compravendita delle proprietà in Regno Unito avviene tramite contratto di leasing, chiamato Leasehold, con cui si stabilisce il diritto al possesso esclusivo di un immobile per un periodo limitato di anni.

Nella scelta dell’immobile che si vuole acquisire, è fondamentale valutare tre elementi: la collocazione dell’edificio (in che quartiere si trova, a quali servizi è collegato, come sono i vicini), la struttura dell’appartamento o della casa con la relativa disposizione degli spazi e la liquidità generata dall’immobile stesso. Se questi criteri non sono ottimali, come abbiamo visto in precedenza nell’articolo dedicato a “come valutare un investimento immobiliare all’estero”, allora bisogna riconsiderare la proprietà ed eventualmente spostarsi su immobili più remunerativi.

Una volta acquisita la proprietà, è utile proseguire con le necessarie ristrutturazioni della casa e con l’arredo di tutti gli ambienti, per rendere l’immobile pronto ad essere posizionato sul mercato e iniziare a ricavare una rendita.

Se non si conosce a fondo il settore immobiliare inglese, è sempre preferibile rivolgersi ad esperti nell’intermediazione immobiliare che sappiano guidare l’investitore nel percorso di acquisizione delle proprietà. In Welcome Home offriamo un servizio di consulenza e gestione immobiliare su misura delle singole esigenze dei nostri clienti, per garantire un investimento di successo.

Entra a far parte della famiglia Welcome Home

Condividi articolo