Certificazioni necessarie per affittare a Londra

Comprendere la legislazione che si applica a te come proprietario

Certificazioni richieste per affittare a Londra​

È un requisito legale ed obbligatorio verificare a fondo il diritto di un inquilino di affittare una proprietà nel Regno Unito. Tutti i potenziali inquilini di età superiore ai 18 anni devono essere controllati. Prima di inviare l’offerta al proprietario, verificheremo la tua idoneità a soggiornare e affittare nel Regno Unito. Prima di consegnare le chiavi di casa, ti chiederemo di presentarti in persona con il tuo passaporto per provare la tua identità. Il vostro proeprty manger di welcome home sarà presente al momento del check-in con l’inquilino chiedendo la prova della sua identità prima dell’ingresso in casa.

Vengono eseguiti controlli standard per confermare l’identità e l’autenticità di tutti i fondi coinvolti in una transazione. L’AML è un requisito legale per tutti gli agenti immobiliari, con HMRC che prende di mira qualsiasi attività criminale nel settore immobiliare. Ogni volta che si commercializza una proprietà con un agente immobiliare dovrai fornire un documento d’identità valido con foto e una recente utenza. Effettueremo noi stessi questi stessi controlli sui vostri potenziali inquilini. Welcome Home e’ registrata e regolamentata dall’ HMRC antiriciclaggio.
Dal 1 aprile 2018 gli immobili affittati a nuova locazione o rinnovo devono avere un grado di efficienza energetica minimo di fascia E o superiore.

È un requisito legale disporre di un certificato energetico valido quando si commercializza una proprietà altrimenti non è possibile andare online con l’immobile.
Una copia deve essere resa disponibile gratuitamente ai potenziali inquilini e notificata prima della firma del contratto. Un certificato energetico una volta effettuato ha una validità di 10 anni.
Solo gli edifici storici di alto pregio architettonico sono esenti dalle normative di certificazione energetica. Sin dal momento dell’incarico Welcome Home si accerta fin da subito che il certificato sia valido tramite una verifica al registro EPC, qualora non lo fosse Vi vera’ subito notificato il relativo costo per essere subito a norma di legge.

Licenze per case in affitto in condivisione – Houses of Multiple Occupation (HMO)

In passato era possibile locare un grande appartamento a stanze magari convertendo il soggiorno in stanza, ottenendo così la massima resa da punto di vista economico.
Questo portò proprietari ed operatori del settore a lucrare dividendo stanze grandi in piccole, convertendo living room in stanze, locando l’appartamento senza limiti di persone.
Dopo vari disagi e spiacevoli eventi, il governo Inglese ha introdotto una nuova normativa regolamentando cosi il settore delle HMO House in Multiple Occupation occupancy.
Nel 2006 ha introdotto la licenza obbligatoria dove originariamente si applicava alle proprietà di tre o più piani con cinque o più persone che compongono due o più famiglie separate che vi abitano.
A seguire con il passare degli anni la licenza è stata sempre più definita e ridotta imponendo una licenza HMO a qualunque appartamento che venga locato a più di tre persone non unite da vincolo famigliare per esempio 3 amici.
Il criterio della licenza impone di avere un appartamento a norma di legge con tutti i requisiti necessari per la protezione contro incendi, via di fuga e spazi minimi vitali.
Onde evitare in spiacevoli situazioni economiche e penali, è buona norma verificare con il comune dove risiede la casa gli obblighi e costi di tale licenza.
Welcome Home da anni assiste i suoi clienti in questo iter normativo lungo il suo processo per ottenere la congrua licenza adeguando il proprio immobile e ottimizzando al massimo la resa secondo gli standard vigenti.

Tra le varie certificazioni obbligatorie Vi è il Gas certificate ovvero un test annuale che certifica che sia il contatore che tutto gli apparecchi a gas come forno e piano cottura non abbiamo perdite di gas. Qualsiasi impianto o apparecchio di riscaldamento centralizzato a gas dovrà essere certificato come sicuro da usare ai sensi delle normative sulla sicurezza del gas del 1998. Il certificato ha validità annuale ed è obbligatorio prima di locare un appartamento. È buona norma per aumentare la durata di vita della caldaia effettuare anche la pulizia ovvero il “boiler service” Welcome Home può far eseguire l’ispezione da un ingegnere registrato Gas Safe che rilascerà un certificato di sicurezza del gas. È anche un requisito legale che una copia del certificato sia consegnata all’inquilino entro 30 giorni.   Welcome Home dalla presa in consegna della gestione o locazione immobiliare si accerta fin da subito della validità del gas certificate e qualora fosse scaduto provvede tramite un tecnico certificato Gas Safe a rinnovare la certificazione al fine della messa a norma. 

La certificazione elettrica (EICR) valuta la sicurezza dell’installazione elettrica esistente all’interno di una proprietà e ne descrive le condizioni. La valutazione riguarderà le unità di consumo (schede dei fusibili), i collegamenti di protezione, l’illuminazione, gli interruttori, le prese, ecc.

Dal 1° giugno 2020 sono entrati in vigore gli standard di sicurezza elettrica nel settore delle locazioni private in Inghilterra. L’oggetto del regolamento ha come fine il migliorare la sicurezza in tutti i locali residenziali. Tutte le proprietà per essere locate necessitano di un rapporto sulle condizioni di installazione elettrica (EICR) con una valutazione di “soddisfacente”. Se il risultato è “insoddisfacente”, i lavori di riparazione devono essere completati entro 28 giorni o prima, se necessario. Un EICR “soddisfacente” è valido per un massimo di cinque anni.

Uno dei doveri quotidiani di Welcome Home è quello di adeguare tutte le proprietà’ in portfolio agli attuali standard di normativa vigente. Tutti i nostri appartamenti a Londra hanno tutti la certificazione elettrica idonea e soddisfatta.

Normativa antincendio e rischi, cosa dobbiamo fare per essere a norma di legge in Inghilterra.

Allarme rilevatore di fumo
Qualsiasi proprietà costruita dopo il 1992 dovrebbe essere dotata di rilevatori di fumo e allarmi alimentati dalla rete elettrica su ogni piano come richiesto dai regolamenti edilizi. Ora è anche un obbligo legale installare un rilevatore di fumo su ogni piano di una proprietà in affitto. Questi devono essere testati come in buono stato di funzionamento all’inizio di ogni locazione: un rapporto di check-in dell’inventario professionale dovrebbe registrare se erano presenti allarmi antifumo e funzionanti all’inizio della locazione.

Allarme rilevatore di monossido di carbonio
Il monossido di carbonio (CO) è un gas velenoso incolore, inodore e insapore. La migliore pratica è installare un rilevatore di monossido di carbonio nella zona caldaia dove avviene la combustione e la potenziale fuoriuscita di monossido di carbonio. Anche questo rivelatore deve essere testato che siano in buone condizioni all’inizio di ogni locazione: il rapporto di check-in dovrebbe registrare questo controllo di sicurezza.

Mobili e complementi d’arredo
I mobili fabbricati oggi devono avere un’etichetta di sicurezza che ne attesti la conformità ai regolamenti sui mobili e gli arredi (antincendio) (sicurezza) del 1988. È una buona idea controllare che divani, letti, testate dei letti, cuscini, cuscini e fodere per mobili abbiano ancora la relativa sicurezza antincendio etichetta allegata. I mobili fabbricati prima del 1950 sono esenti, ma è buona norma rimuovere oggetti vintage, antichi o sentimentali da una proprietà.

Casa in condivisione multipla HMO – ulteriore rigorosa regolamentazione antincendio
Qualora la casa fosse occupata da 3 o più persone la legge impone prima di locare la casa una valutazione del rischio di incendio, identificare i rischi di incendio, identificare le persone a rischio, registrare, pianificare, informare, istruire e formare gli inquilini. Fornire allarmi antincendio, estintori, rilevatori di monossido di carbonio, coperta antincendio e tutti i rapporti necessari dalla valutazione del rischio.
Welcome Home da anni informa i proprietari di tutte queste scrupolose normative e lavora al loro fianco con essi per rendere questo processo di locazione il più sicuro e sereno possibile. Grazie a Welcome Home la tua casa avrà sempre un occhio ligio che vigila sulla normativa e la locazione.

La Legionella è un’infezione polmonare causata dal batterio Legionella pneumophila.

La legionellosi viene normalmente acquisita per via respiratoria mediante inalazione, aspirazione o micro aspirazione di aerosol contenente Legionella, oppure di particelle derivate per essiccamento. Sotto il controllo delle sostanze pericolose per la salute Regulations 1989 i proprietari che forniscono alloggi residenziali hanno l’obbligo legale di considerare, valutare e controllare i rischi di esposizione alla Legionella per i loro inquilini. Tutti i sistemi idrici richiedono una valutazione del rischio e i proprietari possono eseguire questa valutazione da soli se sono competenti o impiegano qualcuno che lo sia. Nella maggior parte degli ambienti residenziali una semplice valutazione può mostrare che i rischi sono bassi e che non sono necessarie ulteriori azioni.

È buona norma eseguire una pulizia professionale certificata e mostrare ricevuta di questo all’inquilino prima del suo ingresso

Questa pulizia verrà poi registrata grazie un inventario indipendente Inventroy Check-in. In questo modo ci si andrà a tutelare al check-out imponendo il rilascio dell’appartamento nel medesimo stato di fatto; pulito da un’azienda di pulizie che rilascerà regolare fattura e non una pulizia fatta in casa. Questo rende il processo di locazione senza intoppi e riduce al minimo i disaccordi e i ritardi quando si richiede la pulizia o i danni alla fine di un contratto di locazione.

Il tuo padrone di casa deve registrare il tuo deposito tramite un ente regolamentano dal governo.

Al termine della locazione, l’inquilino è tenuto a richiedere la restituzione del deposito cauzionale. Entro 10 giorni da tale richiesta, il locatore deve restituire l’eventuale importo della caparra che il locatore non intende trattenere. Il locatore deve inoltre informare l’inquilino di eventuali detrazioni proposte.

Ricorda che l’usura si verificherà soprattutto se un inquilino ha un’occupazione per un certo numero di anni. Il locatore ha il diritto di addebitare detrazioni per deterioramento e danni, ma non può pretendere il miglioramento. I proprietari non possono utilizzare il deposito dell’inquilino come budget di ristrutturazione per migliorare le condizioni della proprietà, solo per riportarlo alle stesse condizioni dell’inizio della locazione, salvo giusta usura. Discutere le detrazioni dei depositi può essere la parte più difficile dell’essere un padrone di casa.

Noi di Welcome Home ti aiuteremo a detrarre un’equa detrazione riducendo al minimo le controversie e i costi stressanti. Welcome Home è membra di ‘DPS, deposit protection scheme’ entità terza regolamentata dal governo per la registrazione e trasferimento dei depositi.

Sei in mani sicure

Siamo membri dei principali organi di governo, nel rispetto dei codici di condotta più severi.